Recensioni · Romanzi

Ragazze di ieri – Elena Accati

Casa Editrice: L’Artistica Editrice.

Voto personale: 5/5.

Abbiamo avuto, come il gruppo di lettura “Le Ombre dei Libri”, l’occasione di leggere “Ragazze di ieri” su richiesta dell’autrice stessa e quindi: eccoci qua a recensire un’altro libro davvero molto bello!

“È così difficile mantenere la magia dell’innamoramento, quello stato di grazia in cui sembra che si potrebbero passare giorni, mesi, anni sempre insieme, sempre pieni di gioia anche per le cose più banali perché l’importante è stare insieme.”

Le protagoniste del libro sono due ragazze che, a causa dell’attrazione che li spinge l’una verso l’altra, diventano amiche inseparabili.
Le due eroine che seguiamo dall’adoloscenza in poi sono Veronica e Regina; persone estremamente diverse ma strettamente legate. Diverse nel senso, se a una piace scavalcare valli e montagne perché è un’amante della natura, l’altra è quella che preferisce stare a casa a leggere perché i libri sono la sua unica fonte di vita (lo so, state dicendo: “Adesso esagera” ma provate a leggere il libro se non mi credete!). Se una è più ragionevole, l’altra è più passionale, appunto per questo Regina è sempre reduce da scombussolanti passioni amorose, mentre Veronica è impassibile verso questo sentimento a lei sconosciuto. Sono diverse anche nel modo di pensare, diverse sia nel carattere che nel fisico, diverse nelle condizioni sociali, nei gusti letterari e nelle provenienze geografiche.

La famiglia Di Falco, ovvero quello di Regina, è immigrata dalla Calabria a Torino dove il primo ad arrivare è il padre che, schivando problemi razzisti riesce a trovare un lavoro e una casa la quale, anche se non è bellissima, almeno è decente ed è in grado di ospitare, oltre a se stesso e la moglie anche Regina e i suoi due fratelli maggiori. Tra i banchi di scuola Regina incontra Veronica e subito fanno amicizia perché tutte e due sono nelle stesse condizioni, cioè sono sole: Regina perché è una “straniera” e Veronica perché è, di natura, introflessa.
Quest’ultima è la maggiore delle due figlie Bussetti, una famiglia molto accogliente… una delle poche, negli anni Cinquanta, a non vedere come un problema la provenienza geografia di Regina. Di fatti, oltre ai Bussetti, sono poche le persone che vedano di buon occhio le famiglie immigrate dal sud, tra cui anche la madre del primo amore di Regina, Stefano.

Però queste preoccupazioni e altre sono solo una serie di vicissitudini che maturano le due protagoniste che solo per un periodo della loro vita si perdono di vista. In questo periodo ognuno segue le proprie passioni: Regina dopo un corso di Letteratura all’università diventa una scrittrice di fama, mentre Veronica sceglie di frequenta la facoltà di Agraria perché in lei l’amore per la natura, la montagna e le piante persiste.

“Diventare adulti non è semplice, l’adolescenza è un oceano pieno di creature terrificanti e bellissime. Attraversarlo è un viaggio che richiede di mettersi continuamente in discussione e farlo è  faticoso e preoccupante.”

Nonostrante tutte le divergenze e le distanze alla fine le ragazze si ritrovano. A questo punto non riescono a resistere alla tentazione di confidarsi l’una con l’altra: cosa ne è stato della loro vita in tutto quell’arco di tempo in cui non si sono visti?

Il linguaggio del libro è semplice ma toccante, il lessico è comprensibile a tutti ed è caratterizzato da una storia scorrevole. Elena Accati ha creato un’opera molto piacevole; si susseguono teneri eventi quotidiani e il tutto è incorniciato da luoghi meravigliosi come Torino, luogo principale della storia; Alassio, dove Regina e Veronica passano un’estate quasi meraviglioso e Valle Cervo che è il “rifugio segreto” circondato dalle montagne di Veronica e, come abbiamo scoperto, anche della scrittrice stessa.

Il tutto è un’immensa amicizia e i ricordi vanno scritti…

A presto,

Yasemin (in vece de “Le Ombre”).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...