Fantasy · Recensioni

Trilogia dell’Uomo Ambrato Vol.2 / La Furia dell’Assassino – Robin Hobb

Salve ancora a tutti!

Continua il mio viaggio nel mondo dei Sei Ducati e della Hobb, dove ogni tanto ritorno con i romanzi che mi mancano, sempre legati a Fitz Chevalier Lungavista.

Questa volta tocca al secondo volume della Trilogia dell’Uomo Ambrato, La Furia dell’Assassino

 

EDITORE: Fanucci

DATA DI USCITA: 2010

PAGINE: 607

TRADUTTORE: Paola Bruna Cartoceti

 

“Ma il cambiamento prova che sei ancora vivo. Il cambiamento misura spesso la nostra tolleranza per un popolo diverso. Possiamo accettare i loro linguaggi, usi, vestiti e cibi nelle nostre vite? Se ci riusciamo, formiamo legami che rendono la guerra meno probabile. Se non riusciamo, se crediamo di dover fare le cose come le abbiamo sempre fatte, allora dobbiamo lottare per rimanere come siamo, o morire”

 

TRAMA

Il principe Devoto è stato messo in salvo dai suoi carcerieri, e a corte è tornata la calma di sempre. Ma FitzChevalier della stirpe dei Lungavista, distrutto dalla perdita del suo compagno di sempre, il lupo Occhi-di-Notte, si stabilisce a Castelcervo lavorando come sicario. Ingaggiato come guardia del corpo, si rende conto che il suo regno si sta avvicinando inesorabilmente alla guerra civile, e deve fare di tutto perché nessuno scopra che anche il principe possiede la magia della Bestia, quella dell’empatia con gli animali. Solo l’amicizia con il Matto consola Fitz, ma perfino questa sembra sul punto di andare in pezzi quando messer Dorato gli rivela terribili segreti del proprio passato. Privato di ogni sostegno e perso in mille intrighi, Fitz scoprirà che la sua stessa sopravvivenza potrebbe essere la sfida più ardua da affrontare.

 

Questo secondo libro é pieno di malinconia e di cambiamenti; la morte di Occhi-di-Notte ha distrutto Fitz(e anche me), facendolo regredire al se stesso collerico e poco fiducioso della gioventú.

Ma é pieno anche di bellissimi argomenti, come Razzismo, Omofobia e la cruda realtà delle cose. Continuerò a ripeterlo, la Hobb sa mischiare alla perfezione il fantasy con un realismo quasi spaventoso, rendendo umane le scelte e umani i personaggi che le fanno.

“La Furia dell’Assassino” é un romanzo di transizione e prepara egregiamente le basi per il terzo volume, pur se con alcuni alti e bassi nella narrazione, nella prima metà abbastanza povera di eventi e di movimento. Ma questa staticità non é comunque del tutto inutile o troppo pesante, anche grazie alla sempre magistrale capacità dell’utrice; questi momenti di calma aiutano a comprendere meglio i cambiamenti in corso nelle relazioni di Fitz, il personaggio del Matto e di Devoto e, soprattutto, ciò che avviene nell’animo di ognuno di loro; in piú nella seconda metà l’avventura e il mistero ricominciano, riportandoci i Pezzati, i Draghi, le Isole Esterne e i Mercanti di Borgomago, quindi si può dire che valga assolutamente la pena aspettare.

Io ho apprezzato molto questo romanzo. Non sarà il migliore in assoluto, per quello in cima alla lista vi rimane “Il Viaggio dell’Assassino”, ma comunque mi ha colpito molto, con emozioni inaspettate, un’ancor piú inaspettata componente arcobaleno(che sospettavo e attendevo), nostalgia, dolore atroce a ogni nomina di Occhi-di-Notte *laghi di lacrime* e ritorni di personaggi che avevo amato. In piú l’analisi del rapporto profondo tra Fitz e il Matto é il suo piú grande pregio; in questo libro mostra benissimo quanto il loro rapporto sia forte e particolare, e al contempo quanto sia fragile ai segreti.

Il Matto poi é sempre stato un personaggio insostituibile, ma qui da il meglio di sé, cosí tanto da essere riuscito a farmi odiare Fitz per qualche capitolo(cosa difficile da compiere, ma…aveva ragione il Matto, e Fitz ha dimostrato la sua ignoranza e stupidità in materia, non dico altro. SPOILER, leggetelo)

E quindi…é semplicemente un perfetto modo, pur con i suoi difetti, per dare il via all’ultimo volume di questa seconda trilogia, che non vedo l’ora di leggere.

VOTO: 4/5

 

Alla prossima!

Sirien

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...