Fantasy · Recensioni · Romanzi

Magister Aetheris – Cecilia Randall

Eccomi con il secondo volume della Duologia di Cecilia Randall dedicata agli Arcani.

Magister Aetheris si é fatto attendere per otto anni, dopo un finale aperto del primo volume che poteva anche non auspicare per forza a un seguito. Ma alla fine é arrivato, e ne é valsa la pena.

 

EDITORE: Giunti

DATA DI USCITA: 24 Ottobre 2018

PAGINE: 592

 

TRAMA

Dopo la morte del fratello Angelo e del cugino Folco, Valiano de’ Nieri ha dovuto accettare suo malgrado il ruolo di capofamiglia e “magister” degli Arcani, esseri umani prodigiosi capaci di invocare la “quinta essentia”, l’etere, il quinto elemento della natura che, combinandosi con aria, acqua, terra, fuoco, permette di governarne la forza. Ha girovagato per l’Italia flagellata dalla peste e si è stabilito a Venezia, per rimediare alle lacune del suo addestramento. Con lui ci sono l’amata Selvaggia, che però lo considera un fratello e si diverte a scorrazzare per la città in panni maschili, e l’ex mercenario Manente, che gli contende l’amore della ragazza ed è finalmente libero dall’elementale imprigionato nel suo corpo alla nascita. La vita da magister è difficile, ma lo è ancora di più trovare alleati affidabili, perché Valiano, reo di aver ereditato i segreti e le ricchezze di famiglia in circostanze tragiche, viene guardato con sospetto dagli altri Arcani e dalla Santa Milizia, che vigila su di lui in attesa di un passo falso. A fargli ulteriore pressione arriva da Modena la bella e ambiziosa Lucrezia Lioni, Arcana promessa sposa del defunto Folco, che non vuole rinunciare al prestigioso contratto matrimoniale con i Nieri e pretende di convolare a nozze con il capofamiglia. Quando fra le calli compaiono misteriose presenze capaci di padroneggiare i poteri elementali e la Serenissima viene turbata da crimini efferati, il cerchio sembra stringersi proprio intorno a Valiano. Chi trama contro di lui? Di chi può veramente fidarsi il “magister”?

 

Le avventure di Valiano e Manente riprendono tempo dopo gli eventi di Gens Arcana, e ci mostrano le ripercussioni che essi hanno avuto su di loro.

L’atmosfera é persino piú cupa in questo secondo romanzo, acutizzata dal cambiamento di Valiano e dall’ambientazione, che mischia la magia di Venezia, città piú che perfetta per essere invasa dalla quinta essentia e dagli elementali, alla sottotrama un pò thriller, che vedrà il nostro trio impegnato in un’indagine impossibile.

Come ho sempre pensato, lo stile della Randall si accosta benissimo a queste atmosfere, essendo al contempo chiaro ed evocativamente molto descrittivo.

L’ambientazione é nuovamente accuratissima, cosí tanto da far quasi sentire gli odori e i suoni della Venezia di quei tempi.

La trama, come nel primo, parte lenta, ingrana pian piano, e tiene con il fiato sospeso, portando il lettore a sospettare di chiunque, fino a un finale scoppiettante di magia e azione.

La parte storica é messa da parte, per immergersi al meglio nella trama e negli intrighi che avvolgono gli Arcani.

Questo fa in modo che tutto diventi anche molto piú introspettivo, addentrandosi negli animi dei protagonisti. Conosciamo ancora meglio Manente, che ci mostra il suo lato protettivo; facciamo conoscenza con Lucrezia, personaggio nuovo e a mio parere molto piú interessante di Selvaggia; ma soprattutto conosciamo al meglio questo “nuovo” Valiano, piú sicuro, piú cupo e misterioso, piú forte ma al contempo fragile dopo la perdita del fratello e il tradimento di Folco.

Ho apprezzato tantissimo queste svolte nel suo personaggio, che me lo hanno fatto amare come non mai. Ha acquistato sfumature realistiche e molto interessanti, che contraddistinguono un pò questa, per ora, duologia, dove gli eroi non sono i soliti senza macchia e senza paura, ma hanno difetti e si sono sporcati le mani.

Con questo secondo volume la saga ha aggiunto smalto, diventando una tra le mie preferite di questa autrice. Questa attesa sarà stata sfiancante, ma direi che ne é valsa proprio la pena.

 

Alla prossima!

Sirien

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...