Senza categoria

“L’avversario” di Emmanuel Carrère

Per guardare in faccia, senza morbosi compiacimenti, le tenebre in cui lei si è trovato e si trova ancora immerso, bisogna credere che esista una luce grazie alla quale tutto ciò che è accaduto, perfino l’estrema infelicità e l’estremo male, diventerà comprensibile ai nostri occhi” 

In questo libro di non-fiction lo scrittore Emmanuel Carrère ripercorre il caso di Jean-Claude Romand. Quest’ultimo il 3 gennaio 1993 tolse la vita a sua moglie, ai due figli e ai genitori per poi infine incendiare la loro casa tentando, invano, il suicidio.

Nelle pagine di questo volume Carrère riporta ciò che era contenuto nelle epistole tra lui e Romand, alcuni dettagli del processo e le indagini che sono state condotte nel suo passato e tra la sua mente, in quel momento e prima che tutto accadesse.

Paradossalmente la componente che meno ghiaccia il sangue, tra le tante, è quella dell’omicidio. Jean-Claude Romand infatti, prima ancora di essere un assassino era un bugiardo; la sua iposcrisia e la sua mitomania elevati ai livelli della malattia mentale l’hanno condotto a compiere quel gesto non umano.

La famiglia Romand era ammirata e presa in esempio da tutti; tutta la comunità adorava dialogare e collaborare con la gentile e cristiana Florence, la moglie di Jean-Claude; tutti veneravano il grande medico dell’OMS che era appunto Jean-Claude.                                    L’intera cittadina e l’intera famiglia rispettavano e pendevano dalle labbra del futuro assassino; se solo avessero saputo la verità.

Jean-Claude Romand non era affatto un medico dell’OMS, bensì un uomo senza lavoro che vagava nei boschi mentre tutti pensano che fosse di turno in ospedale, un uomo che non portava a casa uno stipendio fisso ma che estorceva ingenti quantità di denaro attraverso modi subdoli e meschini.

Tutto vacilla in questo fragile limbo per 18 lunghi anni, finchè arriverà la goccia a far traboccare il vaso che porterà all’inesorabile catastrofe.

Quello che Carrère fa però attraverso la sua magistrale ed ipnotica scrittura, è provare a scavare dentro la mente di questo personaggio molto lontano dalla normalità e che ha un posto vicino a l’Avversario.

Consiglio questo libro a chiunque voglia essere stupito, e rimanere sconcertato, dalla profondità e dall’oscurità della mente umana.

p.s. Tutto ciò che è stato detto in precedenza si può trovare sulla quarta di copertina, la recensione non contiene quindi spoiler.

 

Giulia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...